Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Articoli degli studenti - 2012

Giacomo Labbri, Team moonbuggy Italia / India, 2012 Highschool
International Space Education Institute
www.spaceeducation.de

Venezia, 2012/03/27

Giacomo LabbriIl mio nome è Giacomo Labbri, vivo a Venezia e sto frequentando il quarto anno al liceo GB Benedetti. Racconto  la mia esperienza di della preparazione per la "Great Moonbuggy Race"

Il 1 ° novembre abbiamo avuto il primo contatto. Ralf Heckel, Presidente dell’ ISEI, è venuto alla nostra scuola, ci ha presentato  la "Great Moonbuggy Race " e ha invitano tutta la mia classe a partecipare a un workshop invernale a Lipsia.Il progetto interessava la maggior parte dei miei compagni di classe, il preside della scuola ei nostri insegnanti erano favorevoli all’ idea, così abbiamo deciso di essere partecipare  a questo progetto.

Il 5 Febbraio 2012 siamo arrivati Lipsia. Qui abbiamo avuto la possibilità di imparare qualcosa sul design e la costruzione di un moonbuggy. Inoltre Abbiamo visitato le aziende che collaborano con l’ISEI nella realizzazione dei moonbuggy.Abbiamo fatto la nostra prima esperienza di guida di un moonbuggy, abbiamo imparato i valori della NASA e tradotto in italiano le regole della "Great Moonbuggy Race " E 'stata un'esperienza faticosa,ma molto motivante. Abbiamo capito com’è un ambiente di lavoro.

Il 18 febbraio abbiamo fatto un incontro con genitori e insegnanti a Venezia. Abbiamo dovuto decidere chi parteciperà alla "Great Moonbuggy Race ", tenendo conto dell'impegno e del profitto scolastico: 4 miei compagno e io siamo stati scelti. Siamo stati subito entusiasti ma sapevamo di doverci impegnare per riucire ad organizzare tutto in circa due mesi.
 
Subito dopo abbiamo dovuto fare una richiesta alla NASA, in quanto eravamo oltre il termine per le iscrizioni internazionali. Il 20 febbraio abbiamo fatto un video e abbiamo scritto una lettera di presentazione alla NASA, ci siamo presentati e abbiamo chiesto se potevamo partecipare alla “G.M.B.R” insieme con un team indiano del ISEI. Ralf è stato molto d’aiuto. Dopo pochi giorni abbiamo ottenuto l'OK!

Dal 23 di febbraio abbiamo iniziato a cercare sponsor e parti per il moonbuggy.Abbiamo contattato piccole e grandi aziende per telefono e via e-mail. E 'stato parecchio impegnativo. Anche in questa circostanza l'ISEI ci ha aiutato ed è ha stabilito il primo contatto con uno sponsor per noi a Venezia:The Hostelsclub.com.

Il 5 marzo ci siamo incontrati con i nostri professori di fisica per assemblare l'asse posteriore. Il 15 marzo abbiamo ricevuto i primi pezzi prodotti al CNR di Venezia .Il 16 marzo abbiamo trovamto i componenti per l’imbottitura del sedile del moonbuggy e per la cintura. E 'stata una delle poche cose semplici.

Il 19 marzo il primo articolo sulla nostra partecipazione a "La G.M.B.R." è stato pubblicata sul "Corriere della Sera". E 'stato un obiettivo importante sia per la nostra scuola che per la ricerca di sponsor.
Subito dopo,era il 20 marzo,siamo stati intervistati da un reporter del "Gazzettino" e un fotografo ci ha fatto alcune foto con il moonbuggy.
Al 21 marzo abbiamo trovato un negozio di biciclette disposto a fornirci i componenti necessari (in particolare manopole di  freni e cambi) Eravamo molto soddisfatti perché avevamo già provato in altri negozi, ma questo pezzi specifici erano difficili da trovare e, inoltre, il negozio ha accettato di darceli gratuitamente.

Il secondo articolo su "La Nuova di Venezia e Mestre" è stato pubblicato il 25 marzo. Abbiamo ricevuto la nostra prima risposta positiva da uno sponsor il 27 marzo. E 'stato ungrande successo. Finalmente!

Le notizie da Huntsville di Evgeniy, Roman e Ralf sono una grande motivazione. Sono lì e preparare il Moonbuggy Garage. Non vedo l’ora di esserci anch’io.